Con l’articolo di oggi facciamo visita ad alcune spiagge nella zona di San Teodoro.
Una particolarità della costa in questa zona è la costante presenza nel panorama della sorprendente sagoma dell’isola di Tavolara.



L’isola di Tavolara

L’isola di Tavolara è una lingua di terra quasi interamente occupata da un lungo e poderoso scoglio dalle pareti verticali.
Questo impressionante massiccio calcareo, lungo sei chilometri e largo uno, supera i cinquecento metri d’altitudine. Si tratta quindi di un promontorio ben visibile dalla distanza, che in passato era utilizzato come punto di riferimento dai navigatori.
L’isola è raggiungibile in traghetto; non è consentito l’accesso alla zona nord dell’isola, dove si trova una base militare, mentre nella parte meridionale è possibile visitare la stupenda zona sabbiosa della penisola delle Spalmatore di Terra. Qui sono presenti diverse spiagge e si possono fare immersioni o brevi escursioni.


L'isola di Tavolara vista da San Teodoro

Sia l’isola che la vicina costa della Sardegna fanno parte dell’Area naturale marina protetta di Tavolara e di Punta Coda Cavallo.
Le spiagge in questa zona sono molto belle e molto varie; alcune sono composte da lunghe distese di sabbia, altre si trovano in coreografiche calette. Noi abbiamo scelto di vederne due estremamente affascinanti, ma sicuramente il visitatore che vorrà esplorare la regione ne troverà diverse altrettanto belle.


La spiaggia La Cinta di San Teodoro

La spiaggia La Cinta è certamente una delle più famose della zona di San Teodoro; il paesaggio è unico… Basterebbero lo splendido mare color turchese e la lunghissima striscia di sabbia fine e chiara a renderla una meta ambita. Il panorama è inoltre impreziosito dallo stagno di San Teodoro, che affianca la spiaggia in un lungo tratto, circondato da dune e dalla macchia mediterranea. Più avanti, verso nord, la penisole di Puntaldia racchiude la bella baia dalle acque poco profonde e alle sue spalle si scorge l’immancabile sagoma severa del promontorio di Tavolara.


Spiaggia di San Teodoro

Puntaldia con Tavolara sullo sfondo

Noi scegliamo di rilassarci per qualche ora in riva al mare, prima di intraprendere una piacevole passeggiata lungo il bagnasciuga.
Il primo tratto, vicino al parcheggio a pagamento di San Teodoro, è più affollato grazie anche alla vicinanza dei numerosi servizi, bar e ristoranti; man mano che ci si allontana si possono scoprire angoli più tranquilli in un contesto naturale che lascia meravigliati!


La spiaggia di Budoni

Altra spiaggia caratteristica e di facile accesso è quella di Budoni. Anche in questo caso si tratta di una lunga distesa di sabbia chiara in un ambiente più vario, ma meno maestoso rispetto alla Cinta. I quattro chilometri d’arenile sono costeggiati in parte dagli edifici di Budoni e dei villaggi turistici e in parte da dune, ruscelli e piccoli stagni.
L’acqua cristallina e i fondali poco profondi ci invitano ad un bagno divertente.
E quando lo sguardo torna verso nord, incontriamo in lontananza la superba sagoma di Tavolara.


Spiaggia di Budoni

La spiaggia di Budoni

Mare di Sardegna a Budoni

Spiaggia di Budoni, vista su Tavolara




L'Autore

Esploratore e scopritore nell'isola di Sardegna. Autore del blog Sardinia 4 Emotions, per condividere emozioni ed esperienze vissute in questa magica isola.

Lascia un commento

avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *