Con il bel tempo, il mese di ottobre può essere un buon periodo per fare escursioni. Proprio in una di queste giornate abbiamo deciso di percorrere i sentieri che attraversano il tratto di costa settentrionale noto come Costa Paradiso, unendo tra loro le più belle cale di questa zona –Li Cossi e Li Tinnari.
Il clima è ideale, non troppo caldo nei sentieri assolati lungo la costa, anche se la giornata è piuttosto umida e priva di vento – aspetto insolito per essere a fine ottobre.



Cala Li Cossi

Dopo aver parcheggiato in mattinata nei pressi dell’hotel Li Rosi Marini, ci incamminiamo lungo il sentiero che unisce il villaggio turistico di Costa Paradiso alla bella spiaggia di Li Cossi; il primo tratto del percorso, in ottime condizioni attraversa alcune pareti di roccia verticale a picco sul mare, di grande effetto visivo.


Costa Paradiso

Alcune rampe di scale aiutano a risalire lungo il tratto più esposto, per poi procedere fino a dove, dietro all’ultimo crinale, compare l’inconfondibile scenario della Cala Li Cossi.
La sabbia della spiaggia disegna un arco perfetto nella piccola valle che si apre tra i pendii, alle sue spalle si osserva un delizioso ambiente fluviale, con i canneti lungo le sponde di un piccolo corso d’acqua, mentre davanti le acque limpidissime del mare evidenziano tutti i colori dei fondali, che variano dal bianco della sabbia alle tonalità più scure delle rocce.


Costa Paradiso

Costa Paradiso

Costa Paradiso

Costa Paradiso

Purtroppo la spiaggia è in parte attrezzata (anche se in questa stagione il chiosco è chiuso), per fornire maggiori svaghi ai bagnanti provenienti dal vicino villaggio turistico: sarebbe bello poter vedere questo luogo, in un maestoso anfiteatro paesaggistico, in tutto il suo splendore e in stato più naturale.


L’escursione tra le cale

Nonostante ciò si sente il respiro della natura in questo tratto di costa e, quando proseguiamo la nostra passeggiata a ovest di Li Cossi, l’ambiente si fa ancora più selvaggio. Il sentiero s’insinua nella vegetazione e, sebbene sia sempre ben visibile, non presenta più tratti lastricati o con scalinate.
Si prosegue tra boschi, pendii e prati, con la costante sensazione che la natura ci avvolga; raramente ci capita di incontrare qualche escursionista che, come noi, percorre questo tratto di costa. In alcuni punti il sentiero presenta delle biforcazioni e si può scegliere fra più percorsi; nonostante ciò, non si corre il rischio di sbagliare strada, mantenendo la direzione lungo la costa.


Costa Paradiso

Costa Paradiso

Dopo più di un’ora di cammino da Li Cossi il sentiero attraversa un altopiano tra prati e bassi arbusti; il percorso prosegue poi a ridosso di scogliere rossastre che si tuffano nel mare; in questo tratto seguiamo gli ometti di pietra lungo il tracciato, a indicare la direzione, fino alle ultime radure. Qui il sentiero attraversa un pendio e, nell’ultimo tratto, scende ripido verso Li Tinnari.


Costa Paradiso

Costa Paradiso

Cala Li Tinnari

Cala Li Tinnari è un autentico gioiello, immersa in una natura maestosa. Come Li Cossi, è situata in una valle dalle ripide pareti allo sbocco di un piccolo ruscello.
La spiaggia è composta da piccoli ciottoli arrotondati; forse questi renderanno meno piacevole l’accesso al mare, ma donano un aspetto caratteristico e mille sfumature ai fondali. A metà della baia alcuni scogli isolato sorgono dalle acque, dividendo di fatto la spiaggia in due piccole insenature.
A parte i pochissimi escursionisti di passaggio, non vi è traccia dell’uomo.
Ci fermiamo un attimo ad ammirare in silenzio, l’imponente paesaggio.


Costa Paradiso

Osserviamo anche il tratto di costa che si estende verso ovest: sappiamo che il sentiero prosegue; da qui si può giungere fino alla spiaggia della Marinedda nei pressi di Isola Rossa.
Per noi però è già tempo di pensare al ritorno, verso Costa Paradiso; ad ottobre, infatti, le giornate si sono accorciate e ci attenderanno quasi 2 ore di cammino.





L'Autore

Esploratore e scopritore nell'isola di Sardegna. Autore del blog Sardinia 4 Emotions, per condividere emozioni ed esperienze vissute in questa magica isola.

Lascia un commento

avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *